Conoscere il contenuto in WordPress

Prima di addentrarci nel Loop in dettaglio è importante individuare i differenti tipi di contenuti di WordPress. Nella configurazione base ritroviamo due tipi di contenuti: i post e le pagine, a cui si agggiungono dalla versione 2.9 i custom posts che hanno permesso a Wp di diventare la piattaforma versatile che è oggi.

Inserire il Loop

Il loop è il cuore del tema. Non è altro che la connessione tra il database MySQL e l’HTML che viene mostrato nel browser del visitatore. In sostanza quasi tutti i post o le pagine che pubblica WordPress usano il Loop.

La maggior parte dei temi presenta un header, un footer e una sidebar. Il Loop si inserisce tra questi elementi in una sezione dinamica capace di variare con la navigazione del visitatore. Quindi le altre sezioni sono statiche? Non proprio; infatti possiamo inserire dei custom loop in qualsiasi area della nostra pagina, compresi plugin e widget quello che realmente cambia è il metodo di costruzione.

 

loop

 

Il Codice

Il Loop usa dei parametri standard della programmazione per determinare cosa e come è visualizzato. Vediamo di seguito l’esempio più semplice:

<?php
if ( have_posts() ) :
    while  ( have_posts() ) :
         the_post();
//contenuto del loop (template, tag, html, etc..)
   endwhile;
endif;
?>

Andiamo ad analizzare come si comporta, ma prima di tutto ricordatevi che questo è codice PHP per cui deve essere inserito all’interno dei tag <?php  e ?>

if ( have_posts() ) :

questa parte controlla se post o pagine devono essere inserite nella pagina che avete richiesto. Se esistono post e/o pagine allora:

while  ( have_posts() ) :

while dà l’avvio al vero e proprio loop filtrando tutti i post e le pagine che dovranno essere visualizzate.

the_post();

la funzione the_post() serve a caricare tutti i dati del post.

//contenuto del loop

Qui è dove vanno inserite i tag e tutte le parti addizionali di codice che vorremmo visualizzare nel Loop. E per finire:

endwhile;
endif;

che chiude la chiamata al Loop.
 
Fino a qua sembra tutto molto semplice ed effettivamente è così ma nelle prossime guide andremo a scoprire come personalizzare il contenuto del loop, come inserire codice addizionale e molto altro ancora.

Leave a comment